logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Cittadinanze » Agenda

Assemblea nazionale del Forum indivisibili e solidali: “Abroghiamo i decreti sicurezza”

Roma, domenica 6 ottobre alle ore 11

4 ottobre 2019

- Evento facebook

Assemblea nazionale del Forum indivisibili e solidali

c/o Circolo Monk Club, via Giuseppe Mirri 35 *

Uniti e solidali contro il razzismo, per il ritiro dei decreti sicurezza e l’apertura dei porti, per la difesa dei diritti e delle libertà di tutte/i

In pochi mesi abbiamo assistito alla conversione in legge del decreto sicurezza bis e a un cambio della compagine di governo. Nell’assemblea ci proponiamo di aprire una riflessione comune sul contesto d’assieme che ha visto la crisi del governo Salvini-Di Maio e la costituzione del nuovo governo 5Stelle-Pd-Leu e nello stesso tempo di approfondire la discussione per continuare la lotta contro i decreti sicurezza e il razzismo che dilaga nella società.

Sentiamo perciò come fondamentale riprendere le iniziative costruendo un’assemblea ampia e plurale dove ragionare insieme sulle campagne e le mobilitazioni comuni da mettere in campo, a partire dall’abrogazione dei decreti sicurezza, per la difesa dei diritti e delle libertà di tutte e tutti.

In questo senso vogliamo condividere la possibilità di costruire unitariamente ad altri percorsi e realtà una mobilitazione nazionale sulla base dell’esperienza e dell’ampia partecipazione della manifestazione dello scorso 10 novembre. Perciò invitiamo tutte e tutti, associazioni, singoli e realtà sociali, che condividono queste esigenze a partecipare all’assemblea del Forum.

— 

● Il "Forum #indivisibili e solidali" nasce come spazio aperto, come unione plurale ed inclusiva per un’azione comune contro ogni governo razzista ed ogni forma e cultura di discriminazione ed esclusione umana e sociale. Il Forum intende essere uno spazio di organizzazione concreta per coloro che vogliono opporsi al razzismo ed alle politiche di esclusione, emarginazione, criminalizzazione, sviluppando l’interconnessione delle iniziative e dei processi aggregativi che si producono e si radicano nei territori.