logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Cittadinanze » Notizie, approfondimenti, interviste e appelli

Comunicato del Tavolo Migranti sull’azione a Bari Palese

29 luglio 2003

Il 27 luglio 2003 più di 100 attivisti, partiti dal campeggio No-border di Frassanito, hanno invaso pacificamente il "Centro di prima accoglienza" di Bari Palese. In questa prigione hanno trovato decine di migranti detenuti solo per aver fatto richiesta d’asilo. Nonostante le pressioni delle forze dell’ordine, i compagni e le compagne sono riusciti a parlare con i migranti, raccogliendo le loro storie, la disperazione della loro attesa, la loro voglia di libertà. In questi momenti alcuni migranti sono riusciti a fuggire. Nella prigione di Bari Palese, che il triste e feroce linguaggio burocratico si rifiuta di definire luogo di detenzione, dallo scorso 4 giugno sono transitati 1200 richiedenti asilo, ai quali nelle ultime due settimane non è stato consentito di parlare con gli avvocati. La commissione centrale per la concessione dei visti è venuta a Bari; ha esaminato sommariamente e frettolosamente centinaia di posizioni; ha decretato espulsioni.

L’irruzione nel "Centro di prima accoglienza" di Bari Palese ha confermato ciò che il Tavolo Migranti dei Social Forum Italiani da sempre sostiene: i centri di detenzione amministrativa devono essere chiusi! Non si può accettare l’infamia di chi rinchiude in gabbia o in roulottes i corpi degli uomini e delle donne che attraversano la frontiera per costruire un nuovo pezzo della loro vita. Proprio per questo la lotta contro tutti i centri di detenzione deve continuare nei prossimi mesi, così come deve continuare quella contro la Legge Bossi Fini che dei centri di detenzione ha fatto un pilastro fondamentale del controllo della forza lavoro migrante. E questa lotta deve raggiungere risultati concreti.

Resterà nei nostri occhi l’immagine di quel migrante che, scavalcata la rete, per un attimo ha fermato la sua corsa, ha raccolto un sasso facendo la mossa di lanciarlo. Poi, lo ha lasciato cadere e ha continuato la sua fuga.

Tavolo Migranti dei Social Forum Italiani