Diritto al ricongiungimento familiare. Il matrimonio fittizio deve essere accertato

Tribunale di Bari, ordinanza del 30 giugno 2017

Ph: Una coppia cerca di consolarsi a vicenda dopo essere stata tratta in salvo. Nonostante una brutale dittatura militare, che ha incoraggiato una notevole fuga di civili, gli eritrei sono spesso considerati migranti per motivi economici. MOAS/Mathieu Willcocks

Un’ordinanza del Tribunale civile di Bari in materia di ricongiungimento familiare in favore di un cittadino eritreo beneficiario dello status di rifugiato politico.
L’Ambasciata d’Italia in Addis Abeba aveva negato il visto alla moglie fuggita in Etiopia per i dubbi manifestati in ordine all’effettività del rapporto coniugale.

Interessante il passaggio in merito alle diversità culturali che devono essere tenute in considerazione anche in relazione alla pregressa conoscenza dei coniugi, nonché quello ulteriore in merito alla prova della verifica della condizione ostativa ravvisata – il matrimonio fittizio – nel provvedimento amministrativo.

– Scarica l’ordinanza
Tribunale di Bari, ordinanza del 30 giugno 2017