Assolto per non affidabilità dell’accertamento età con radiografia metodo Greulich e Pyle

Tribunale di Roma, sentenza del 20 gennaio 2020

Una sentenza con cui il Tribunale penale di Roma ha assolto un neomaggiorenne dalle accuse di falso per aver dichiarato la propria minore età, in contrasto con un accertamento sanitario fatto dall’ospedale militare romano Celio che lo dichiarava viceversa maggiorenne.
Grazie al risolutivo intervento del nostro consulente di parte, dott. Carlo Bracci, il giudice ha ritenuto non affidabile l’accertamento dell’età tramite l’uso della radiografia del polso all’interno del metodo comunemente utilizzato Greulich e Pyle, nonostante fosse accompagnato da un’analisi dello sviluppo dentale e genitale.

– Scarica la sentenza
Tribunale di Roma, sentenza del 20 gennaio 2020