Riconoscimento della protezione sussidiaria ai cittadini nigeriani: due ordinanze che ribadiscono il clima generale di violenza diffuso nel Paese

Ordinanze del Tribunale di Venezia del 8 gennaio 2016

Pubblichiamo due ordinanze del Tribunale di Venezia che riconoscono la protezione sussidiaria ad altrettanti cittadini nigeriani. I ricorsi sono stati seguiti dall’Avv. Chiara Pernechele del Foro di Padova.
I motivi alla base delle sentenze sono legate alla situazione attuale della Nigeria, “nella quale persiste una grave situazione di insicurezza che impone di sospendere i rimpatri forzati verso questa zona del paese per coloro che hanno ricevuto un diniego di protezione internazionale”.
Nello specifico nelle vicende esposte sono “ravvisabili elementi tali da integrare i presupposti per il riconoscimento dello status di protezione sussidiaria, in quanto la situazione raggiunge l’intensità richiesta per ritenere che se il ricorrente rientrasse in Nigeria correrebbe il concreto rischio di un danno grave alla persona, stante il perdurare ed il diffondersi di un clima generale di violenza, in un contesto di assoluta carenza delle condizioni minime di sicurezza esistente in una parte di quel paese”.

– Scarica le ordinanze
1_Ordinanza Tribunale di Venezia del 8 gennaio 2016
2_Ordinanza Tribunale di Venezia del 8 gennaio 2016