Arresti sgombero Piazza Indipendenza: 26 agosto udienza di convalida

Condanniamo fermamente quella che la prefetta di Roma, Paola Basilone ha definito operazione di cleaning, ovvero lo sgombero coatto, con l’uso di manganelli e idranti, di uomini, donne, bambini, anziani e persone disabili a cui le istituzioni continuano a non saper dare delle risposte in termini di casa, integrazione, tutela dei diritti fondamentali, nonostante a loro sia stato riconosciuto lo status di rifugiato o altra misura di protezione internazionale.

A seguito dei gravissimi fatti a Piazza Indipendenza, inoltre, ai danni dei rifugiati precedentemente fatti sgomberare dal palazzo occupato in via Curtatone, 4 persone sono state arrestate per reati quali resistenza e violenza a pubblico ufficiale, resistenza aggravata a pubblico ufficiale con uso di armi improprie.

L’avvocato di Progetto Diritti, Arturo Salerni, difende due degli arrestati, un ragazzo di nazionalità somala e un eritreo, entrambi titolari di permesso per asilo politico. Domani, 26 agosto, alle 11, è prevista a Regina Coeli l’udienza di convalida dell’arresto davanti al Gip Ezio Damizia.