/

Niger – Minori rifugati marciano nel deserto per protesta contro la loro situazione

Alarme Phone Sahara, 18 luglio 2019

#DesertemarchAgadez
#MarcheDesertAgadez

Dei minori sudanesi che si trovavano nel campo per rifugiati dell’ONU a Agadez in Niger hanno lasciato il campo il 18 luglio 2019 per dirigersi verso l’Ufficio dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati a dieci chilometri dal campo. Ciò che criticano è che le procedure di asilo non stanno andando avanti, e che fino ad oggi la rappresentante dell’UNHCR non ha mantenuto le promesse per trovare delle soluzioni. Alcuni minori sono stati ricoverati in ospedale.

Secondo i responsabili dell’UNHCR la maggior parte dei minori sudanesi è finalmente rientrata nel campo. L’equipe di Alarme Phone Sahara sta verificando se in questo momento ci siano ancora dei minori in cammino nel deserto.

I minori sudanesi che si sono messi in marcia fanno parte di numerosi rifugiati e migranti che sono rimasti bloccati in Niger a seguito delle politiche europee di chiusura delle frontiere volte ad obbligare le persone a rimanere in suolo africano ad ogni costo.

Il mondo deve capire: per i rifugiati sudanesi, né restare bloccati in Niger, né essere intrappolati nella guerra in Libia rappresenta una soluzione.

In solidarietà con loro Alarme Phone Sahara chiede di fornire l’accesso verso un paese di loro scelta dove potranno vivere in sicurezza.

Alarme Phone Sahara chiede di sostenere i minori rifugiati sudanesi e tutti coloro che hanno intrapreso il cammino nel deserto, affinché arrivino in sicurezza e non patiscano malesseri e sofferenze.

Seguiranno ulteriori notizie.

Insieme per la libertà di circolazione!