Rigetto della domanda di asilo per manifesta infondatezza: il caso di un richiedente asilo del Marocco

Tribunale di Venezia, decreto del 13 settembre 2019

Protezione internazionale e rigetto per manifesta infondatezza – In caso di ricorso l’efficacia esecutiva del provvedimento può essere comunque sospesa quando ricorrono gravi e circostanziate ragioni.

Il Tribunale di Venezia (sez. specializzata in materia di immigrazione, protezione internazionale…) ha ritenuto di accogliere l’istanza di sospensione dell’efficacia esecutiva del provvedimento impugnato nonostante la domanda di protezione internazionale fosse stata rigettata per manifesta infondatezza in quanto “l’efficacia esecutiva del provvedimento impugnato può essere comunque sospesa anche qualora si tratti di ricorso avverso il provvedimento di rigetto per manifesta infondatezza se ricorrono gravi e circostanziate ragioni e assunte, ove occorra , sommarie informazioni”.

Il Giudice rilevato la deduzione da parte del ricorrente delle suddette gravi ragioni riferite ai gravi problemi di salute del padre ed a quelli economici della famiglia, ha ritenuto di accogliere l’istanza tenuto conto del fatto che il ricorrente, con il proprio stipendio, riesce concretamente ad aiutare la sua famiglia in Marocco, sollevandola dal malessere e dalla miseria.

– Scarica il decreto
Tribunale di Venezia, decreto del 13 settembre 2019