Regolamento Dublino – Annullato il trasferimento, la Bulgaria non garantisce il rispetto dei diritti fondamentali dei richiedenti asilo

Tribunale di Roma, decreto del 2 aprile 2021

Il Tribunale di Roma annulla un provvedimento di trasferimento della Sezione Dublino, pronunciato nei confronti di un cittadino pakistano destinato al trasferimento in Bulgaria.
Il Collegio ha ritenuto che alla luce delle informazioni raccolte le condizioni dei richiedenti asilo nel Paese “non garantiscano il sicuro rispetto dei diritti fondamentali dello straniero e siano tali da scongiurare il fondato rischio di trattamenti disumani e degradanti, come prevede l’art. 3, par. 2, del Reg. UE n. 604 del 2013“.
La Bulgaria, infatti, presenta carenze sistemiche nel sistema di asilo e accoglienza come riportato da fonti autorevoli quali, ad esempio, il report del Bulgarian Helsinki Committee che esamina nel dettaglio la procedura di asilo, le condizioni dell’accoglienza, la detenzione dei richiedenti asilo ed il contenuto della protezione.

– Scarica il decreto
Tribunale di Roma, decreto del 2 aprile 2021

Documenti allegati