/

Isola di Lesvos – Positive al coronavirus figlia e nipote della 76enne morta

Stonisi.gr, 30 marzo 2020

Photo credit: Stonisi.gr

Risultate positive al Coronavirus (COVID 19), secondo i risultati dell’Istituto Pasteur rilasciati ieri sera al Mytilene Hospital, sia la figlia che la nipote della 76enne di Agia Paraskevi che è morta ieri sera al Mytilene Hospital. Insieme ai campioni della figlia e della nipote è risultato positivo anche il test ripetuto sulla 76enne.

Com’è noto, la 76enne è stata ricoverata da mezzogiorno giovedì scorso all’ospedale di Mitilene in una condizione molto grave a causa delle malattie di base di cui soffriva.

Dato che la figlia della defunta appartiene allo staff infermieristico, i centri sanitari di Kalloni e Polihnitos sono rimasti chiusi ieri per le operazioni di disinfezione. Oggi gli esperti tracceranno i contatti della figlia della 76enne e isoleranno coloro che hanno lavorato con lei. Detto questo, i Centri sanitari dovrebbero funzionare con il personale di sicurezza.

Va notato, tuttavia, che negli ultimi giorni la figlia della donna, che sta bene, non è andata a lavorare perché aveva sintomi influenzali ed era in congedo per malattia.
La nipote di 76 anni è in buona salute.

Con gli ultimi tre ammontano a sei i casi di coronavirus confermati dal laboratorio a Lesbo.

Ultimo ma non meno importante, il test per COVID 19 è risultato negativo per il medico del pronto soccorso presso l’ospedale di Mitilene che ha visitato la 76enne quando si è recata in ospedale per un altro tipo di problema di salute, diagnostica come polmonite. Stamattina il medico è uscito dall’isolamento ed è tornato alla sua normale routine.

Tutti i restanti campioni inviati per i test ad Atene sono risultati negativi.

#Lesvoscalling

Una campagna solidale per la libertà di movimento
Dopo il viaggio conoscitivo a ottobre 2019 a Lesvos e sulla Balkan route, per documentare e raccontare la drammatica situazione sull'isola hotspot greca e conoscere attivisti/e e volontari/e che si adoperano a sostegno delle persone migranti, è iniziata una campagna solidale lungo la rotta balcanica e le "isole confino" del mar Egeo.
Questa pagina raccoglie tutti gli articoli e il testo di promozione della campagna.
Contatti: lesvoscalling@gmail.com