Welcome. Indietro non si torna! L’appello da sottoscrivere e tutte le iniziative della campagna

—-

Welcome. L’appello

Welcome!Indietro non si torna
20 Giugno 2010: appello per una giornata internazionale di lotta in difesa del diritto d’asilo e contro tutti i respingimenti.

Manifestazioni congiunte nei porti dell’Adriatico e in quelli di Igoumenitsa e Patrasso in Grecia.

Da tutta Italia, raggiungiamo Venezia, Ancona o Bari!

Gli appuntamenti:

Venezia – Ore 10:30 Stazione ferroviaria di Santa Lucia
Ancona – Ore 11:00 Banchina 14 – Ore 19:00 Banchina 14
Bari – Ore 10:00 Ingresso del porto

Da maggio del 2009, con i respingimenti dei migranti verso la Libia, ha avuto inizio una delle pratiche più violente e lesive della dignità umana che le istituzioni italiane abbiano mai messo in atto. Migliaia di persone tra cui donne in stato di gravidanza e bambini, sono state ricacciate verso le prigioni libiche, gli stupri e le deportazioni nel deserto. Si tratta per la maggior parte, come dimostrano le statistiche delle Nazioni Unite, di persone in fuga da guerra, persecuzione e violenza generalizzata. Profughi che avrebbero il diritto, secondo le convenzioni internazionali, le leggi comunitarie, la costituzione italiana, di raggiungere un luogo dove chiedere e ottenere asilo. Continua a leggere


Scarica e diffondi il video “Indietro non si torna”(http://www.globalproject.info/it/resources/15539/)
sui respingimenti tra la Grecia e l’Italia

Il sito di Melting pot Europa (www.meltingpot.org) si offre come strumento condiviso di dibattito e confronto, informazione e diffusione di tutte le iniziative che verranno programmate verso il 20 giugno.

Per Info e adesioni: infowelcome@meltingpot.org


Wecome! La manifestazione a Venezia

Circa cinquecento persone, nonostante la pioggia battente, hanno raggiunto oggi il porto di Venezia per protestare contro tutti i respingimenti dei profughi e per il diritto d’asilo all’interno della campagna internazionale Welcome! Indietro non si torna che vede oggi iniziative di protesta ai principali porti dell’Adriatico e mobilitazioni a Igoumenitsa e Patrasso, le città greche da cui tentano di fuggire e dove la polizia portuale italiana respinge ogni migliaia di potenziali richiedenti asilo provenienti dall’Afghainistan, dal Kurdistan, ma adesso anche dalla Somalia, dall’Eritrea o dal Sudan dopo che si è avviata la prassi dei respingimenti anche verso la Libia.
Si tratta sempre di pratiche illegali che violano tutti i testi di legge nazionali, internazionali e comunitari sull’asilo, denunciate più volte dall’Onu come dal Consiglio d’Europa.

La manifestazione veneziana, lanciata dalla Rete di Associazioni Tuttiidirittiumanipertutti, è partita alle 11:00 dalla stazione ferroviaria S. Lucia, dopo aver aspettato manifestanti provenienti da Bologna, Reggio Emilia, Trieste, Parma. Molto alta la presenza dei rifugiati. Tantissime le associazioni tra cui Emergency, con Gino Strada.Continua a leggere


Wecome! La manifestazione di Ancona

Si è aperta con una conferenza stampa organizzata dalle realtà promotrici dell’appuntamento anconetano di Welcome – presenti anche attivisti da Roma, Rimini e Perugia – la giornata di mobilitazione internazionale a difesa del diritto di asilo e contro tutti i respingimenti.

Nonostante il maltempo che si è abbattuto su Ancona per tutto il pomeriggio, è stato mantenuto quasi invariato il programma previsto, preservando gli allestimenti dell’area riservata alle mostre e solo ritardando lo spazio interventi che ha ospitato AbdelHadi Abu Khousa, presidente del Palestinian Medical Relief della Striscia di Gaza.

La serata si è conclusa in musica, trasformando l’area blindata del porto in un luogo di festa, per un giorno senza barriere e restituito alla vita sociale della città, attraversato da più di 500 persone che hanno sfidato il vento e la pioggia battente.

“Ci ritroviamo qua oggi per creare precedenti importanti utili a far riaprire il porto e per abbattere i luoghi oscuri della negazione dei diritti, zone che non possono essere abbandonate al solo controllo della polizia”. Continua a leggere


Anche dalla Grecia è Welcome! – Comunicato stampa da Patrasso e Igoumenitsa per le manifestazioni di Venezia, Ancona e Bari

Welcome! Patrasso 20 Gugno 2010 Negli ultimi anni moltissime persone provenienti dall’Asia e dall’Africa hanno lasciato il loro paese ed hanno iniziato il loro viaggio verso l’Europa alla ricerca di libertà, sicurezza e dignità.
La Grecia e’ il primo paese raggiunto dai rifugiati che viaggiano verso Occidente cercando una vita migliore e più sicura.
Invece di accogliere Afgani, Somali e Sudanesi e tutti gli altri migranti sul suo territorio, il nostro paese non li riconosce come persone che hanno bisogni e diritti e continua ad arrestarli e a trattarli come criminali. Refugees in Greece don’t have the right to asylum, don’t have a shelter to stay, can’t have access to medical care and can’t have a job or any other social protection. I rifugiati in Grecia non hanno diritto d’ Asilo, non hanno la possibilità di ottenere un permesso di soggiorno, non hanno accesso alle cure mediche e non possono avere un lavoro o alcuna protezione sociale. Continua a leggere


Di seguito le iniziative della Campagna Welcome:


Venezia – il 20 Giugno al porto.
L’appuntamento è alle 10:30 alla stazione ferroviaria di S. Lucia. Da lì partirà un corteo che muoverà verso un assedio pacifico al porto di Venezia. Musica e interventi dal palco (con la partecipazione di Cecilia Strada, Presidente di Emergency). Azioni creative per promuovere l’accoglienza.


Emergency con Welcome – Contro la logica dei respingimenti, dell’esclusione e dell’espulsione,
nella convinzione che migrare sia un diritto e accogliere sia un
dovere, Emergency aderisce a Welcome: indietro non si torna. Per
abbattere i muri, e costruire ponti.

Cecilia Strada, Presidente


Ancona – Programma del 20 Giugno 2010. Welcome. Indietro non si torna!

PORTO APERTO. INIZIATIVE ALLA BANCHINA 14:
ore 11:00 – Conferenza stampa creativa
ore 19:00 -Intervento di Apertura alla giornata di mobilitazione contro tutti i respingimenti a cura dell’Ambasciata dei Diritti Marche.
Intervento sulla situazione del porto di Ancona ad un anno dalla richiesta di abbattimento delle reti. Il punto sulla campagna di raccolta firme per la riapertura del porto, proposte da condividere a cura dell’Osservatorio Faro sul Porto
Ore 19.30 – Giochi senza frontiere. Quadrangolare di calcio a 8 in cui si fronteggeranno una rappresentanza dei quattro continenti: Asia, Europa, Africa, Americhe.
Le partite si giocheranno con un pallone grande di gomma piuma colorato,a cura della Polisportiva Antirazzista Assata Shakur
Ore 20.15. Proiezione del video Welcome. Indietro non si torna realizzato dal progetto Meltingpot Europa
Collegamenti dai porti dell’Adriatico e da quelli greci dove si sono svolte le altre iniziative: resoconti e il punto sulla campagna “Welcome. Indietro non si torna”. Continua a leggere


Bari – Indietro non si torna.
Il 20 giugno, h. 10:00 manifestazione internazionale al porto.

Quando fuggi dalla guerra, dalla fame, dalla periferia del neoliberismo, dal degrado dell’imperialismo, dalla morte, per raggiungere, altrove, la speranza di una vita, diversa e forse migliore, indietro non si torna.
Eppure la pratica illegale dei respingimenti ormai è diventata usuale nei porti del Mediterraneo.
Quotidianamente c’è qualcuno che si arroga il diritto di rimandare indietro persone, richiedenti asilo o meno, di decidere che la terra e il mare hanno un confine fatto di privilegi odiosi che alcuni non possono varcare, che la diversità determinata dalla nascita debba essere un discrimine da portarsi dietro fino alla tomba. E molto spesso, grazie a questi respingimenti, diventa il Mediterraneo quella tomba.
Questo accade nei porti dell’Adriatico, a Venezia, ad Ancona, a Bari, a Brindisi. Continua a leggere


BolognaDa Bologna al porto di Venezia contro i respingimenti, per una cittadinanza includente

Comunicato di adesione di Tpo, Bartleby e Ya Basta! Bologna

Il pacchetto sicurezza, approvato nel 2009, ci ha messo davanti a nuove e sempre più preoccupanti restrizioni dei diritti dei migranti in questo paese.

All’approvazione di una legge che istitituisce il reato di clandestinità, il prolungamento della detenzione nei Cie, la negazione di diritti fondamentali come quello alla salute o all’istruzione, hanno corrisposto pratiche brutali e inconcepibili come quella dei respingimenti arbitrari verso la Libia. Continua a leggere


Altre iniziative a Bologna:
Giovedì 10 giugno ore 21
TPO, Via Casarini 17/5 Bologna
Welcome. Indietro non si torna
Presentazione de “Il porto sequestrato”
Libro/inchiesta sul porto di Ancona a cura dell’Osservatorio Faro sul Porto.
Promuove: TPO
info: www.tpo.bo.it

Mercoledì 16 giugno, ore 10
Università di Bologna, Via Zamboni 38, Aula II
Presentazione di Vite da rifugiati: condizione sociale, integrazione e prospettive dei rifugiati a Bologna e in Emilia Romagna
Inchiesta condotta da Associazione Ya Basta! nelle città di Bologna, Modena Ravenna e Parma. In collaborazione con Progetto regionale “Emilia Romagna Terra d’asilo”
Promuove: Associazione Ya Basta! Bologna
Info: Yabasta.bologna@gmail.com


Roma – Verso il 20 giugno Welcome. Indietro non si torna

(…) Da Roma il 20 giugno andremo al porto di Ancona, per la fine immediata della pratica arbitraria e illegittima dei respingimenti interni ed esterni all’Europa. Lo faremo anche alla luce della recente esperienza a fianco dei richiedenti asilo e rifugiati afgani che vivono nella nostra città, e che lottano ogni giorno per riaffermare la propria dignità e i propri diritti. Una lotta che si snoda in un quadro di continuo peggioramento delle politiche di accoglienza da una parte, e di rigido inasprimento dei meccanismi di Schengen dall’altra. Continua a leggere

Martedì 8 giugno, Esc/Atyelier Autogestito/ Via dei Volsci 159/San Lorenzo
Presentazione della campagna Wecome! Indietro non si torna
h 19 – Proiezione dei video sui respingimenti in Grecia Indietro non si torna
h 20 – Dibattito con:
Alessandra Sciurba (autrice di Campi di forza, Rete tuttiidirittiumanipertutti, Melting Pot Europa)
Osservatorio Faro sul porto, Ambasciata dei diritti (Marche)
Rete supporto afghani (Roma)

Mercoledì 16 giugno, Strike/spa/via U.Partini 21/Portonaccio
Presentazione del libro Il porto sequestrato (Kabul>Ancona>Roma)
h 20 – Videoinchieste:
Indietro non si torna
Ostiense Terminal zero
h21 – Dibattito con:
Oss. Faro sul porto (Ancona)
Medu (Medici per i diritti umani)
Esc Infomigrante, Yo MIgro, Action Migranti
Fotoreportage Patrasso> Roma Ostiense> Calais

Venerdì 18 giugno, Esc/Atyelier Autogestito/ Via dei Volsci 159/San Lorenzo
Presentazione del libro Diario da Kabul, di Emanuele Giordana
h 19 – Dibattito con:
Emanuele Giordana (Lettera22, Radio3)
Giuliano Battiston (giornalista Freelance, inviato in Afghanistan)
Silvana Pepe (Rainews 24)
Rete supporto afgani (Roma)


Ad Ancona per il mondialito antirazzista

Per affermare i diritti dei migranti
per costruire accoglienza
Per rivendicare il diritto a restare contro i respingimenti e le espulsioni

(All’interno della campagna – Welcome, Indietro non si torna – organizzeremo dibattiti, mostre fotografiche e azioni che renderanno visibile in maniera creativa ciò che avviene quotidianamente in una delle frontiere dell’Adriatico).

La Polisportiva Assata Shakur anche quest’anno sarà presente nel centro della città di Ancona, per la durata di un mese, con il torneo antirazzista che vede coinvolte 24 squadre rappresentanti differenti nazionalità del mondo.
Niente è scontato. Infatti non è stato semplice riprenderci lo spazio in centro per svolgere le partite di calcio e attorno a queste costruirci momenti di incontro e dibattito. Continua a leggere


Venezia – Gate 22 con Welcome! – Quando è nato A SOSTEGNO DI UN IDEALE / GATE22 abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e di lottare al fianco del VENEZIAMESTRE sempre e ovunque, per portare avanti i valori storici della nostra tifoseria, che sono contrassegnati da concetti quali: ANTIRAZZISMO, RIBELLIONE, PASSIONE, AGGREGAZIONE. Proprio per questi valori, per noi imprescindibili in un mondo come quello calcistico che spesso e volentieri vuole coprire con speculazione e business la sua reale natura aggregativa e sociale, abbiamo deciso d’aderire in alla manifestazione “WELCOME INDIETRO NON SI TORNA” come gruppo di una tifoseria che da anni su tematiche antirazziste, e favorisce l’integrazione tra culture e popoli, perchè il calcio è integrazione è sport è cultura popolare è antirazzismo. Gate22 aderisce alla rete internazionale Alerta Network, composta da tifoserie orientate senza vincoli ad un sano antifascismo ed antirazzismo, nasce da un esigenza di uscire dal coro delle masse di tifoserie che troppo spesso sono promotrici di azioni razziste. Sulla stessa lunghezza d’onda nel 2008 abbiamo organizzato un torneo di street football coinvolgendo diverse comunità di migranti residenti ormai da molti anni nella provincia di Venezia, questa manifestazione ha dato buoni riscontri sia sul piano aggregativo che sul piano sociale. Speriamo di poterla riproporre in una forma allargata nel Maggio/Giugno 2011 con il decennale del torneo del Bae e con l’occasione anche l’implementazione al suo interno del torneo antirazzista dei ragazzi di Sant Pauli.

Gate 22 Venezia Mestre contro il Razzismo e i Respingimenti


Verona – 5 giugno. Welcome! Indietro non si torna.

Domani 5 giugno, all’interno della manifestazione a sostegno della Freedom Flotilla che si terrà in città, Cittadinanza Globale apre la discussione anche sulla campagna Welcome – Indietro non si torna.
Al termine della manifestazione è previsto un incontro con ll Prefetto di Verona, al quale verranno illustrate le tematiche della campagna e letto l’appello, a partire dal quale verranno poste sul tavolo questioni di cittadinanza dei cittadini stranieri, respinti e confinati non solo dalle politiche di esclusione alle frontiere, ma anche dal sistema di confinamento interno costituito dalle normative e della pratiche discriminatorie e razziste del Governo e di molti Comuni italiani. Continua

BariVenerdì 11 giugno, h. 12, Ferrhotel occupato
Conferenza stampa della comunità somala contro la delibera 340 del Comune di Bari e verso Welcome

Un immobile abbandonato, un’ ex-dormitorio trasformato in casa: con l’occupazione e l’autogestione da ottobre 2009 del Ferrhotel, la Comunità Somala ha agito il diritto di vivere all’interno di una struttura che, finalmente, sta diventando una dignitosa abitazione. Il Comune di Bari e la Regione Puglia, che fino ad ora non sono riusciti neppure a garantire luce ed acqua agli occupanti, oggi si preparano a sgomberarla. (…)
Durante la conferenza stampa, il responsabile della Comunità Somala Mohammad Abdi Nasir presenterà alla stampa un documento con le richieste degli occupanti.
In occasione della stessa, la Rete Antirazzista di Bari lancerà la mobilitazione verso il 20 giugno, la “Giornata Internazionale del Rifugiato”: anche Bari, infatti, aderisce alla campagna “Welcome, indietro non si torna”, per pretendere il blocco dei respingimenti dei migranti praticati nei porti dell’Adriatico (Bari, Venezia, Ancona e Brindisi) e in tutto il Mediterraneo, e per il riconoscimento del diritto d’asilo e dei diritti umani di persone che fuggono da guerre e dittature. Leggi per esteso


Venezia – Presentazione del libro a fumetti di Marina Girardi, Kurden People, verso il 20 giugno di Welcome

Domenica 13 giugno, h. 19:00, Osteria alla Poppa, San Giacomo dell’Orio -santa croce 1539-

Marina Girardi legge e canta Kurden people
un libro a fumetti realizzato per Comma22 Editore

Al porto di Patrasso, sotto un torrido sole estivo, si incrociano la rotta di Sonia, che sola col suo zaino ritorna da una vacanza a Creta, e quelle dei ragazzi kurdi in fuga dalle persecuzioni che subiscono nei loro paesi.
Sonia si scopre testimone di un esodo: la Venezia dei merletti di pietra dei suoi spensierati anni universitari è una delle tappe più tragiche di quei viaggi clandestini che hanno origine in Kurdistan. Non le resta che partire e andare a vedere cosa succede in quell’area del Medio Oriente che coincide con l’antica Mesopotamia. Sonia conosce la strada, le basta tornare sui banchi delle scuole medie, dove questa storia di sopraffazioni le è già stata raccontata, e da lì perdersi, scorrendo a ritroso i secoli, sulle montagne del Kurdistan.

a cura di
Associazione Culturale MOMOS

www.magira.altervista.org

www.momosvenezia.altervista.org


Monfalcone – Serata di sostegno alla campagna Welcome! Contro i respingimenti dai porti italiani alla Grecia

Giovedì 17 giugno. Ore 20.00

in Officina Sociale, via Natisone 1, Monfalcone

intervento di Alessandra Sciurba (Progetto Melting Pot Europa, campagna Welcome!)

Proiezione del video

“Indietro non si torna”

Presentazione del progetto Intendiamoci – Gradisca

a cura di Tenda per la Pace e i Diritti

Rinfresco Equo e Solidale

a cura di Benkadì – Staranzano


Catania – Con Welcome e contro il razzismo

Mai più clandestini, ma cittadini! Fermiamo il razzismo

Dopo i terribili giorni di Rosarno, il 2010 sta dimostrando le disumane conseguenze del “pacchetto sicurezza” e della legge Bossi-Fini sulle condizioni di vita e di lavoro di milioni di migranti nel nostro paese. Oggi migliaia di migranti rischiano ogni giorno di perdere il permesso di soggiorno a causa della crisi e della perdita del lavoro. Per altri è impossibile essere assunti perché le questure impiegano tempi lunghissimi per rinnovare il permesso, lasciando i migranti con in mano una ricevuta che non vale niente. E’ quasi impossibile per chi è irregolare regolarizzarsi, se non aspettando la farsa del solito decreto flussi. Intanto per migliaia di migranti la sanatoria si è già trasformata in una truffa: dopo aver pagato 500 euro allo Stato (e spesso molti di più a presunti datori di lavoro) per presentare la domanda, i datori di lavoro rifiutano l’assunzione ; diverse questure stanno scartando le domande presentate da chi ha subito un’espulsione posticipando pregiudizialmente gli esami di migranti provenienti da intere aree geografiche a “rischio”, secondo i nostri solerti tutori dell’ordine. Così, la sanatoria diventa una schedatura di massa. Continua a leggere.


Reggio Emilia – Manifestazione contro le politiche di guerra, contro tutti i respingimenti e per il diritto di asilo – Venerdì 11 giugno, Ore 19 Gabella di S.Croce Reggio Emilia

Vista la partecipazione al presidio di lunedì 31 maggio voluto per esprimere l’indignazione del vergognoso attacco della marina israeliana nei confronti del convoglio umanitario Freedom Flotilla, e le mobilitazioni all’indomani del sequestro degli operatori di Emergency in Afghanistan abbiamo sentito come gruppo reggiano di EMERGENCY, associazione Città Migrante, Laboratorio aq16, associazione Ya Basta! Reggio Emilia ed il gruppo Montagna antifascista la necessità di manifestare nella nostra città contro la guerra e tutte le restrizioni di libertà che questa impone. La giornata vuole essere anche una tappa di avvicinamento alla giornata mondiale del rifugiato del 20 giugno che vedrà mobilitazioni nei porti di Venezia, Ancona, Bari ed in quelli greci di Patrasso e Igoumenitsa, in quanto la guerra oltre a produrre morte e distruzione provoca flussi enormi di esseri umani in fuga. Continua a leggere


Palermo – manifestazione del 20 giugno in sostegno alla campagna di Welcome. Per chi non può raggiungere i porti dell’Adriatico:

Welcome. Indietro non si torna
20 Giugno 2010
Giornata Internazionale del Rifugiato

Giornata di lotta in difesa del diritto d’asilo e contro tutti i respingimenti.
Manifestazioni congiunte nei porti dell’Adriatico e in quelli di Igoumenitsa e Patrasso in Grecia.

Da tutta Italia, raggiungiamo Venezia, Ancona o Bari, i luoghi da cui migliaia di persone vengono respinte indietro senza neanche chiedere loro il nome, l’età, il paese di provenienza, il motivo della loro partenza

A Palermo manifestazione di sostegno per la campagna di mobilitazione

Laboratorio Zeta, via Boito, 7 – Domenica 20 giugno ore 19.00

Altre iniziative a Palermo:

3 Giugno 2010,h 19, Laboratorio Zeta, Via arrigo Boito 7
Proiezione Video, discussione per la mobilitazione e cena

Il Forum Antirazzista Palermo presenta il documentario“Indietro non si torna” al Laboratorio Zeta, Palermo.
Il video fa vedere e racconta, meglio di ogni parola, la violenta realtà dei respingimenti tra l’Italia e la Grecia, le condizioni dei profughi nella Repubblica ellenica, e la militarizzazione di questa frontiera interna ad un’Unione europea
Prodotto dalla Rete Tuttiidirittiumanipertutti e da Melting Pot Europa, viene messo a disposizione come strumento di costruzione della campagna “Welcome” che porterà, il 20 giugno,giornata mondiale del rifugiato, a una mobilitazione che coinvolgerà i porti italiani dell’Adriatico e quelli greci di Igoumenitsa e Patrasso.

Intervengono: Mimma Grillo, Fulvio Vassallo Paleologo, Judith Gleitze

A seguire, cena solidale organizzata dal dipartimento migranti

10 Giugno 2010, h 21, Malaussène, Piazzetta di Resuttano 4
“INDIETRO NON SI TORNA”- Proiezione Video
Malaussène in collaborazione con Forum Antirazzista Palermo presenta il documentario “Indietro no si torna”. Prodotto dalla Rete Tuttiidirittiumanipertutti e da Melting Pot Europa, oggi veicolo per la nuova campagna “Welcome.Indietro non si torna” che porterà, il 20 giugno, giornata mondiale del rifugiato, a una mobilitazione che coinvolgerà i porti italiani dell’Adriatico e quelli greci di Igoumenitsa e Patrasso.
Un video sulla violenta realtà dei respingimenti tra l’Italia e la Grecia, le condizioni dei profughi nella Repubblica ellenica, e la militarizzazione di questa frontiera interna ad un’ Unione Europea che, sull’altare della “sicurezza”, ha sacrificato nei fatti ogni prospettiva politica e sociale basata sulla reale tutela dei diritti fondamentali e di un nuovo modello di cittadinanza possibile.


Padova – la festa di razzismo Stop verso il 20 giugno di Welcome

Welcome! Indietro non si torna
da Padova a Venezia contro i respingimenti
Verso la mobilitazione del 20 giugno al porto di Venezia

Domenica 6 giugno ore 17 in via Gradenigo 8 a Padova
Festa a Razzismo stop con i rifugiati somali ospiti nella sede
dell’associazione e con la scuola di italiano “Libera la parola”
Musica, danza, cibi dal mondo e proiezione del video “Indietro non si torna”


Parma – (S)Confinamenti – Frontiere Europee ed Attraversamenti Migranti.

Incontro-Dibattito dentro la campagna Welcome. Indietro non si torna!

5 giugno, Casa Cantoniera, via Mantova 24, h 18.
 
Che cosa succede oggi negli spazi di frontiera europei? Come si trasformano le politiche migratorie? Cosa fa l’Europa nei paesi d’origine e di transito? Quali sono gli immaginari, le esperienze e le rivendicazioni di coloro che attraversano e vorrebbero attraversare le frontiere?

Interverranno:

Luca Ciabarri, Università di Pavia e Milano-Bicocca

Alessandra Sciurba, Università di Palermo e Melting Pot Europa

Paolo Gaibazzi, Università di Milano-Bicocca e Ya Basta! Parma


Falconara – “Storie di deportazioni ai tempi della clandestinità. Dall’Adriatico al Mediterraneo”

Presentazione Il mare di mezzo (Gabriele Del Grande) e Il porto sequestrato (Osservatorio Faro sul Porto). Incontro con gli autori.

Sabato 5 giugno, ore 18 @ csoa Kontatto

Indietro non si torna. E’ con questa affermazione che si presenta la
campagna WELCOME, partita da circa un mese e che sta connettendo numerose
realtà italiane e greche impegnate nel campo dell’affermazione dei diritti
dei migranti, e non solo.
Campagna che vedrà un primo importante punto di
approdo il 20 giugno prossimo, giornata mondiale del rifugiato, durante il
quale avranno luogo presso le principali città portuali di una e dell’altra
sponda dell’Adriatico, diverse iniziative di lotta in difesa del diritto
d’asilo e contro tutti i respingimenti.Continua a leggere


Bologna – Lezioni di benvenuto: Welcome. Indietro non si torna!

Sabato 5 giugno 2010
Dalle ore 16, 30 in Piazza San Francesco, Bologna

Sabato 5 giugno noi, scuole di italiano per migranti di Bologna, faremo lezione in Piazza San Francesco.
Usciremo dalle aule per ricreare le nostre esperienze quotidiane di condivisione e scambio nello spazio cittadino, aperto e pubblico, da dove vogliamo ripartire per affermare che è possibile e necessario costruire una città mescolata ed includente, che riconosca diritti, libertà e dignità a tutte e tutti, senza distinzione di provenienza e nazionalità.Continua a leggere


Venezia – “2 giugno: la Repubblica che vorremmo”. La Rete Tuttiidirittiumanipertutti invita alla passeggiata della dignità verso il 20 giugno di Welcome

Guarda il video della manifestazione Venezia per Welcome

Il 2 Giugno a Venezia camminiamo per le strade della città, domandando, cantando, festeggiando la nostra libertà, una libertà che vogliamo difendere, una libertà che troppo spesso dobbiamo conquistarci faticosamente giorno per giorno.

Siamo in tanti, provenienti da diversi luoghi del mondo, cittadini che hanno scelto di restare qui, a Venezia, per vivere, lavorare e intrecciare relazioni, cittadini che vogliono rivendicare il diritto di costruire la loro vita qui, alla luce del sole. Continua a leggere